Risparmio energetico e ristrutturazione

Tutto sulle nuove aliquote

Il Decreto per lo sviluppo e la crescita diventa legge e porta con sé il tentativo di mettere ordine in diversi settori, dagli incentivi per le auto all’edilizia. Due i contenuti principali nel campo delle ristrutturazioni: si alza al 50% il premio fiscale previsto per i comuni interventi di rinnovamento e si proroga fino a giugno 2013 la detrazione del 55% per operazioni volte al risparmio energetico. Ma vediamo nel dettaglio tempi e modifiche.

Ristrutturazioni: Il bonus fiscale per i semplici interventi di ristrutturazione sale, come anticipato, dal 36% al 50%. Anche questa modifica vale fino a giugno 2013. Insieme alla percentuale di detrazione cresce anche il tetto di spesa, che passa da 48mila euro ai 96mila. Quota che dal primo luglio 2013 scenderà di nuovo sotto i 50mila. Riqualificazione energetica: Fino a giugno 2013 sono prorogate le detrazioni fiscali del 55% sulle spese per la riqualificazione energetica degli edifici.

L’ENEA è il soggetto al quale inviare la documentazione obbligatoria per fruire delle detrazioni e svolge un ruolo di assistenza tecnica agli utenti. Un passaggio fondamentale, dato che, come ricorda l’ente stesso, le detrazioni fiscali del 55% per interventi di razionalizzazione energetica sugli edifici costituiscono il più generoso sistema di incentivi messo in campo dal Governo per promuovere l’efficienza energetica e lo sviluppo economico sostenibile nel sistema immobiliare italiano.

09/25/2012|News
|

Condividi la news